Accedi o registrati

Sei un nuovo utente? Registrati

Hai un account su un social network? Accedi con il profilo che preferisci


Hai un account CrazyForSport o Gioca?

INTERVISTE

13/11/2016
Intervista al capitano biancoazzurro Luca Laganà

Luca, complimenti per la vittoria di ieri. Come giudichi la prestazione della tua squadra? 

Grazie per i complimenti! Siamo contenti di aver portato a casa due punti importanti, ci siamo messi in mezzo come terzo incomodo tra le due favorite al salto di categoria e per una squadra come la nostra sarà sicuramente uno stimolo enorme a crescere ancora. La partita è stata interpretata bene, abbiamo cercato di fare quello che avevamo provato durante la settimana. Siamo contenti per la vittoria ma sono convinto che avremmo potuto fare qualcosina in più, l'importante comunque è aver vinto per continuare a crescere partita dopo partita.

 

Come hai visto la capolista Rende? L'"americano"vero ieri è stato Brandon...

 Rende è una buona squadra hanno una doppia dimensione, Dyson e Pirrone danno pericolosità sul perimetro, Ward e Russo dentro il pitturato.

Noi siamo stati bravi ad imporre il nostro ritmo alla partita, non consentendogli di prendere tiri puliti, difendendo bene e muovendo la palla in attacco. Brandon ieri sera era in serata al tiro dalla lunga, siamo stati bravi a cercarlo e sfruttarlo, poi lui è un giocatore che prendendo fiducia fa salire tantissimo i giri del suo motore e di conseguenza quelli della squadra.

 

Come sta andando l'esperienza da capitano, nella tua squadra, nel tuo palazzetto e nella tua città?

Son felicissimo di questo, ma so altrettanto bene che è una grande responsabilità. Cerco di aiutare tutti, supportandoli e sostenendoli. Spero di riuscirci! 

Nel mio ideale di squadra il capitano è il leader motivazionale ed è quello che sto provando ad essere.

 

Nelle varie interviste sentiamo sempre parlare di Lamezia, Rende e Vis, questo Val Gallico invece dove può arrivare secondo te?

Non ho mai letto o sentito interviste, mi piace informarmi su quello che fanno la domenica le altre squadre ma credo che le parole e i pronostici lascino il tempo che trovino.

Certo sulla carta quasi tutte le squadre del campionato son più preparate di noi eppure dopo sei giornate siamo più in alto di tutti al pari di Lamezia e Rende. Verba volant, scripta manent.

 

Ieri sera una partita preparata benissimo dai due coach. Come sta andando quest'anno con coach Polimeni e lo staff? 

Posso serenamente affermare che in questi due anni al Val Gallico ho lavorato con uno staff degno di altre categorie. Abbiamo perso coach Gebbia, ma Peppe e Andrea stanno facendo un lavoro egregio con una pazienza infinita, a fine anno gli ergeranno una statua commemorativa di questa impresa sul lungomare di Gallico. Non posso non parlare del mio grande amico Fabio che ci sta letteralmente mantenendo su livelli di condizione fisica strepitosi, senza tralasciare che da quest'anno possiamo contare anche sulla ghisa che andiamo ad alzare alla Wellness e iniziamo tutti a sentirne i benefici.

Come non citare il mitico Team Manager Mauro Comi, un fratello maggiore per tutti i giocatori sempre pronto a regalarti un sorriso o a dirti la parola giusta al momento giusto; Andrea Cimino l'uomo ombra che fa tutto quello che non si vede ma che è totalmente indispensabile. I doc, il fisio, e poi il direttore che non ci fa mancare mai la sua presenza nonostante la distanza fisica. Ne potrei raccontare una per ciascuno ma mi limito a ringraziarli ancora una volta per quello che fanno per noi. 

 

Adesso si va al Botteghelle a sfidare la Vis in un altro derby che si preannuncia molto caldo. Che partita ti aspetti? 

Sarei ipocrita nel dire che quella con la Vis sarà una partita come le altre. Giocheremo contro la squadra che l'anno scorso ha vinto il campionato e nonostante diverse partenze secondo me ha messo su un'ottima squadra con innesti di giocatori esperti, su tutti Pasquale Tramontana con cui lo scorso anno abbiamo avuto il piacere di condividere un'annata fenomenale con la maglia albiceleste. 

Domenica sarà durissima, mi aspetto un altro derby infuocato e dai grandi contenuti cestistici.  Spero che non ci manchi l'apporto del nostro pubblico ma  son sicuro che la nostra tifoseria, che so già essere in moto per un esodo di massa al Botteghelle, ci supporterà come sempre e anche di più.

 

 

Una dedica per la vittoria di ieri? 

 

Una dedica per la vittoria? Bè a noi e al nostro lavoro quotidiano, alla società con il direttore in primis; poi, personalmente, quando gioco non penso mai a chi mi guarda da fuori, però una dedica particolare, come ogni partita, la voglio mandare a Milano. 

Ci vediamo domenica, carichi!!!

 

Grazie capitano, a presto!

     

I NOSTRI SPONSOR